IL NUOVO PRESIDENTE REGIONALE AVIS VALLE D'AOSTA E' PIER PAOLO CIVELLI

14 aprile 2017

Il passaggio delle consegne tra Giancarlo CIVIERO e Pier Paolo CIVELLI


Pier Paolo Civelli nuovo presidente regionale dell'AVIS Valle d'Aosta
Il Consiglio regionale dell'AVIS Valle d'Aosta ha eletto Pier Paolo Civelli nuovo Presidente regionale per il quadriennio 2017-2021. Civelli, già Presidente dell'AVIS di Aosta succede a Giancarlo Civiero che ha guidato l'Avis regionale negli ultimi 8 anni. Nel corso della riunione del nuovo Consiglio regionale Avis il neo presidente ha subito proposto la squadra del Consiglio direttivo che risulta composto da Nathalie Argentour, Barbara Rizzo, Barbara Adani, Corrado Fosson, Davide Bolognini e Paolo David.
"Ringrazio i consiglieri e le sezioni valdostane dell'Avis – dice il Presidente Pier Paolo Civelli - che hanno fatto convergere su di me la loro fiducia. E' una grossa responsabilità guidare un'associazione che tra poco compirà 70 anni e che ha fatto la storia della donazione di sangue in Valle d'Aosta. Affronteremo il lavoro che ci attende all'insegna della continuità, ma anche del rinnovamento: continueremo quanto fatto finora dal Presidente Civiero che ha affrontato negli ultimi anni grossi cambiamenti, potendo contare su un'equipe ricca di nuovi innesti, non solo il presidente, ma anche un rafforzamento della rappresentanza femminile con ben tre donne, la presenza di giovani e una rappresentanza territoriale delle 20 sezioni che operano ogni giorno in Valle d'Aosta per promuovere il Dono del sangue."
L'assemblea regionale che si era svolta sabato 8 aprile a Pollein aveva eletto il nuovo Consigliere nazionale che rappresenterà l'Avis Valle d'Aosta: si tratta di Eraldo Giovannetto che è anche Presidente della sezione Avis di Pont Saint Martin. Il Consiglio regionale su proposta del neo Presidente ha anche approvato la creazione del Comitato dei Saggi composto da Silvio Trione, Saverio Bois e Giancarlo Civiero.
In attesa della prima riunione di insediamento del Consiglio direttivo e della ripartizione degli incarichi associativi il Presidente Civelli ha anticipato alcune priorità sulle quali concentrare il lavoro: "La promozione è un elemento statutario fondamentale sul quale operare , ma con una visione moderna per diffondere il messaggio universale a favore del Dono di sangue. Per questo gli eventi organizzati dall'Avis proseguiranno sul territorio regionale con un'attenzione particolare allo sport e al tempo libero. Altro aspetto è quello della fidelizzazione dei soci donatori, così come la comunicazione per innovare e incontrare nuove fasce di donatori, in particolare i giovani, attraverso l'uso dei social media. Il lavoro con le sezioni rimane poi il punto forte di un'associazione come l'AVIS che da quasi 70 anni opera in tutta la Valle d'Aosta."
Primo impegno a livello nazionale per la delegazione AVIS Valle d'Aosta guidata dal neo presidente Civelli sarà l'Assemblea nazionale in programma a Milano dal 19 al 21 maggio prossimi. La scelta del capoluogo meneghino è dovuta alle celebrazioni del 90° anniversario di fondazione dell'AVIS italiana. Nel 1927 il dottor Formentano, proprio a Milano insieme ad altri 17 pionieri della donazione di sangue, fondò l'AVIS che oggi può contare su oltre 1 milione e 300 mila donatori di sangue in tutta Italia.

Fonte: avis vda