Tel. +39 0165 361190

Che Storia... i 70 anni di AVIS in Valle d'Aosta – 1949-2019

Che Storia... i 70 anni di AVIS in Valle d'Aosta – 1949-2019

 

L'AVIS è presente in Valle d'Aosta da 70 anni. Il 2019 è l'anno dell'importante anniversario.

Era il 12 giugno 1949 quando su iniziativa di un medico, il dottor Ugo Vogliazzo, venne fondata l'AVIS in Valle d'Aosta con la sezione regionale di Aosta. Un piccolo gruppo di persone coraggiose decisero di organizzarsi in associazione. Nel tempo questa generosa iniziativa era destinata a divenire un fondamentale tassello del Sistema sanitario regionale.

Usare il termine “coraggiosa” non è un fatto retorico, ma descrive bene quello slancio pionieristico visto che all'epoca i donatori erano pochi e le trasfusioni avvenivano da letto a letto con il donatore sdraiato vicino al ricevente quando non addirittura direttamente in sala operatoria nei casi più gravi ed urgenti.

Tutti i donatori della Valle d'Aosta erano iscritti alla prima storica sezione di Aosta che aveva appunto un carattere regionale anche in considerazione delle piccole dimensioni della regione. Qualche anno dopo e precisamente il primo giugno del 1964, presso l'Ospedale Regionale Materno di Viale Saint Martin de Corléans, meglio noto nel linguaggio popolare come la Maternità, inizio ufficialmente l'attività del 67° Centro Trasfusionale Italiano e i più anziani ricordano ancora le donazioni di sangue che si facevano nei locali del seminterrato della Maternità. Allora l'autosufficienza era un miraggio lontano da raggiungere, ma il cammino era avviato e AVIS continuò ad aumentare il proprio contributo fino a raggiuingerla chiamando a raccolta i valdostanie divenendo il punto di riferimento del Dono del Sangue in Valle d'Aosta.

Nel frattempo molte sezioni si crearono per distacco dalla prima e storica sezione di Aosta fino ad arrivare al numero attuale di 21 su tutto il territorio regionale dal Monte Bianco fino al Monte Rosa.

Avis dunque è una storia lunga 70 anni fatta di persone, di valori, di gesti volontari, di organizzazione e di collaborazione con la comunità valdostana, mantenendo dritta la barra di navigazione sulla missione generosa tracciata dai fondatori per aiutare chi è malato ed ha bisogno di sangue per migliorare la propria qualtità della vita.